Bollettino SMG1
Radar Meteo

Fulmini

Chi è online
 11 visitatori online

Risorse Meteo

 

Home

News Meteo

Aggiornamento del 04/08/2016 ore 00:00: stabilità atmosferica con ampio soleggiamento sul territorio salvo qualche addensamento sulle zone interne e a ridosso dei rilievi. Temperature senza variazioni di rilievo.


A cura di:
Ubaldo Simonetti

 
Aggiornamento del 11 Marzo 2016

Situazione di blocco sui settori nord-occidentali europei, per la presenza di un campo di alta pressione che devia verso nord e quindi a più alte latitudini le perturbazioni atlantiche; mentre il bacino del Mediterraneo resta sotto gli effetti di un campo di bassa pressione, attivo sui settori meridionali.

Tale situazione persisterà per diversi giorni ancora, con variabilità diffusa al centro-sud, alternata a fasi perturbate, in particolare sulle regioni meridionali.

Per quanto riguarda la nostra regione: tempo in prevalenza buono nel corso del fine settimana, salvo probabili addensamenti nelle ore centrali, a cui potrebbero associarsi brevi e debole piogge, in particolare sul basso Lazio ed in prossimità dei rilievi appenninici.

La tendenza per i primi giorni della prossima settimana, vede infiltrazioni fredde dal continente europeo che, sfruttando il settore orientale del campo di alta pressione, si porteranno a più basse latitudini, sino ad arrivare sulla nostra penisola: flussi di aria fredda e a basso tasso igrometrico, con caratteristiche ben diverse da quella in loco, situazione che consentirà nuovi addensamenti nuvolosi e associate precipitazioni, probabilmente nevose sui rilievi, anche a quote basse sulle nostre zone interne.



A cura di: Ubaldo Simonetti

 
Aggiornamento del 13 Gennaio 2016

d2uDall'immagine satellitare di questa mattina, la situazione sul comparto Euro-Atlantico, dominato sul settore nord-orientale da un lobo del vortice polare che racchiude in se aria gelida, con caratteristiche artico-continentali per la sua rotazione ciclonica, che dal Mar Glaciale Artico scorre sul vecchio continente. Più a ovest due figure pressorie, appartenenti all'Anticiclone delle Azzorre: una sulla Penisola Iberica e l'altra sull'Atlantico tra il 40° e il 50° parallelo, vanno a caratterizzare un evidente divario barico sul piano orizzontale, con isobare ravvicinate tra queste e la figura polare sopra citata dove si fa strada un flusso freddo nord-atlantico, artefice dei forti venti di quest'ultimo periodo. Più a sud, tra le due figure pressorie mensionate, troviamo un profondo minimo nella classica posizione dell'Anticiclone delle Azzorre e da qui, una bassa pressione si fa strada inserendosi verso nord, quella che diverrà per noi, la prossima perturbazione del mese, in quanto si getterà sull'area mediterranea ne prossimi giorni.

 
Depressione polare

Continua la fase perturbata caratterizzata da connotati polari – il nostro territorio infatti è sotto una struttura appartenente al vortice polare, atmosfera che nel suo complesso è composta da aria densa e con altezza troposferica non tipica delle nostre latitudini e quindi più limitata in senso verticale – dove di conseguenza si riscontrano geopotenziali assai bassi sull'intera colonna d'aria. Dal primo cambio di circolazione, per riassumere: il libeccio richiamato dalla vasta saccatura polare che ha scalzato via gran parte delle inversioni termiche al suolo e l'aria fredda in quota; al successivo richiamo di correnti più fredde di origine artica favorita dal bordo orientale del nostro anticiclone dinamico e a sua volta da un profondo minimo sulle venezie (anche se il flusso artico difficilmente può arrivare in modo diretto da noi grazie all'opposizione della catena alpina e quindi è un richiamo modificato nel suo percorso e nel suo essere), le termiche hanno subito una flessione e trattandosi di aria in natura instabile, hanno dato luogo a venti turbolenti (generati dai fronti in arrivo), rovesci e temporali, con episodi di neve a quote relativamente basse e fenemeni di simil neve, quali il graupel (o neve tonda), che hanno interessato anche la capitale nella giornata di ieri.

Leggi tutto...
 
Bollettino SMG2
Segnalaci su:
Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 
Link consigliati:
Meteocastelli
Il portale Meteo e Geofisico dei Castelli Romani
Cavemeteo
Portale Meteo e Geofisico
P.C.San Vito Romano
Protezione Civile San Vito Romano
Protezione Civile
Protezione Civile Gallicano nel Lazio
A.B.
Associazione Edmondo Bernacca
Metoalarm actual warnings from Italy, Lazio
  • Lazio
    Today
    awt:11 level:1
    No special awareness required

    Tomorrow
    awt: level:
    No special awareness required

Gallicanometeo.it created by Administrator